Dall’Umanesimo Cristiano una nuova Laicità di Servizio

L’esperienza dei Corsi “LAB.ORA” nell’attività dell’Associazione “LAUDATO SÌ”

(Riv. “la Società” n.2/2019 )

Paolo Maria Floris, Segretario dell’Associazione “Laudato sì”

Nel 1984, in tempi che ormai appaiono lontanissimi rispetto al contesto di crisi politica, economica e culturale che stiamo vivendo, San Giovanni Paolo II in un Discorso alla famiglia dell’Istituto Borromeo di Pavia, anticipò, con una eccezionalmente lucida preveggenza, quell’urgenza di formazione della “classe dirigente” che oggi viene invocata da tante parti come indispensabile per il governo del c.d. mondo “globalizzato” e, soprattutto, per la guida della nostra Repubblica. Disse l’allora Pontefice “I capi non si improvvisano, soprattutto in epoca di crisi. Trascurare il compito di preparare nei tempi lunghi e con severità d’impegno gli uomini che dovranno risolverla, significa abbandonare alla deriva il corso delle vicende storiche”.

Da allora la velocità di successione degli eventi ha decomposto il sistema socio/politico/economico/culturale uscito dal secondo conflitto mondiale: crollo del Muro di Berlino e apparente vittoria delle democrazie liberali (la “fine della storia” di Fukuyama), l’ inarrestabile avanzata del terrorismo di matrice islamica iniziata con la strage delle Torri Gemelle, la crisi del sistema finanziario dell’Occidente iniziata nel 2007, nuovi assetti geopolitici determinati dal ruolo non più dominante degli USA etc. hanno posto una serie di nuove domande a cui la Dottrina sociale della Chiesa ha dato sapienti risposte con il Magistero di Giovanni Paolo II (“Centesimus annus”, “Sollicitudo rei socialis”) , di Benedetto XVI (“Deus Caritas est”, “Caritas in veritate”) e da ultimo di Papa Francesco (“Evangeli Gaudium”, “Laudato Sì”), evidenziando costantemente la centralità della “questione antropologica” nella specificità della crisi in atto.

 In Italia, poi, la dissoluzione del sistema dei partiti (che avevano retto la c.d. Prima Repubblica e che comunque garantivano un itinerario pratico di formazione) ha generato l’emergere di forze politiche guidate da un solo leader, con le conseguenze che conosciamo, ed ha quindi comprovato la necessità improcrastinabile di dare risposta all’invito papale del 1984.

L’ASSOCIAZIONE  “LAUDATO SÌ”

 Proprio Papa Francesco, in totale continuità con il Magistero dei suoi predecessori, nel suo “Discorso al V Convegno Ecclesiale Nazionale di Firenze” del 2015 ha indicato un metodo per ricostruire una società civile in grado di esprimere una cultura politica nel senso “alto” del termine: “ Vi raccomando anche, in maniera speciale, la capacità di dialogo e di incontro……per costruire insieme con gli altri la società civile… La società italiana si costruisce quando le sue diverse ricchezze culturali possono dialogare in modo costruttivo : quella popolare, quella accademica, quella giovanile, quella artistica, quella tecnologica, quella economica, quella politica, quella dei media…..fare qualcosa insieme, di costruire insieme, di fare progetti : non da soli, tra cattolici, ma insieme a tutti coloro che hanno buona volontà. E senza paura di compiere l’esodo necessario ad ogni autentico dialogo…”.

Accogliendo dunque questo appello, un variegato ed esperto gruppo di laici ed ecclesiastici ha deciso di mettersi in  gioco sul piano della testimonianza personale, gratuitamente, per dare vita ad un’originale esperienza di comunione e di collaborazione a vantaggio dei giovani e di un loro nuovo protagonismo in tutto il territorio italiano. Infatti proprio ai giovani il Papa, sempre a Firenze, aveva rivolto questa parola: “Le mani della vostra fede si alzino verso il Cielo, ma lo facciano mentre edificano una città costruita su rapporti in cui l’amore di Dio è il fondamento. E così sarete liberi di accettare le sfide dell’oggi, di vivere i cambiamenti e le trasformazioni. Si può dire che oggi non viviamo un’epoca di cambiamento quanto un cambiamento d’epoca.” 

Nasce così, il 9 giugno 2016, l’Associazione “LAUDATO SÌ” con lo scopo di perseguire:

  1. l’Alta Formazione nei settori della cultura, della comunicazione, della tecnologia, delle religioni, della letteratura, delle arti, della politica, del diritto, dell’antropologia e della filosofia, dell’economia, attraverso la valorizzazione dei talenti;
  2. la circolazione delle idee e degli ideali espressi nella Lettera Enciclica di Papa Francesco “Laudato Sì” , per favorire il sano “competere” nella logica del servizio e non del potere;
  3. la consapevolezza che la questione antropologica sia da declinarsi in termini spirituali, sociali ed ambientali, per la formulazione efficace di un nuovo concetto di “leadership di servizio” volto  al bene della comunità.

Presidente dell’Associazione è Salvatore Martinez, Vice-Presidenti sono Raffaele Bonanni e D. Aldo Buonaiuto.

IL PROGETTO “LAB.ORA” Mille Giovani Servitori del Bene Comune 

Il Progetto è la prima iniziativa dell’ Ass. “Laudato Sì”, nato come grande investimento educativo e formativo, non orientato alla costruzione di formazioni politiche, quanto alla migliore definizione del “prepolitico” d’ispirazione cristiana dal quale può discendere una nuova classe dirigente per il Paese. L’obiettivo principale del Progetto è quello di sviluppare una “ecologia dell’umano” e una “cultura del dialogo e dell’incontro” che siano fondate: sulla promozione integrale e trascendente dell’uomo; sulla centralità della “questione antropologica” sulla finalità di una nuova rappresentanza sociale (e non solo politica) orientata al Bene Comune.

I DESTINATARI ED IL METODO DEL PROGETTO

I destinatari sono 1000 giovani, provenienti da tutta l’Italia, preferibilmente laureati, laureandi o specializzandi, dai 25 ai 35 anni, prevalentemente segnalati dalle Diocesi. I destinatari non sono solamente cattolici, ma tutti i “credenti” che desiderano impegnarsi nei ruoli che la Provvidenza vorrà. La suddivisione dei Corsi è su base territoriale/regionale e i giovani vengono accompagnati prima, durante e dopo l’esperienza, anche mediante l’ausilio di piattaforme multimediali dedicate. I Corsi si svolgono normalmente dal mercoledì pomeriggio al pranzo della Domenica. Ogni mattina, prima della Sessione Plenaria è prevista una Celebrazione Eucaristica; quindi attraverso Testimonianze si svolgono Lezioni, con successive domande dei partecipanti su Parole chiave degli ambiti di approfondimento (Culture e Religioni / Comunità e Politica / Ambiente ed Economia / Comunicazione e Tecnologia). Le Parole chiave(ad es. per l’Ambito di “Ambiente ed Economia” sono Ecologia integrale/Lavoro/ Istruzione/ Mercato Globale/Finanza/Cooperazione/Impresa/Dono e Gratuità) vengono distribuite in 3 o 4 sessioni. Nel pomeriggio, dopo un tempo di studio personale sui testi (inviati un mese prima ai partecipanti e strutturati su schede tematiche preparate dagli esperti delle Università che hanno partecipato al progetto quali la Univ. Cattolica, la LUMSA, la PU della S. Croce, l’UPS, l’UER, l’IUS), i partecipanti si suddividono in Gruppi e lavorano su una relazione concernente una Parola chiave, che verrà presentata e discussa prima di cena in un incontro comune di tutti i partecipanti. In genere poi il venerdì pomeriggio è dedicato alla visita di significative attività produttive del territorio che si ispirano direttamente o nella prassi alla DSC; dopo le visite vi è una Eucarestia celebrata presso un significativo sito religioso del territorio (Santuario, Basilica etc.)

I CORSI “LAB.ORA” FINORA REALIZZATI 

Per la Campania il Corso si è tenuto dal 30 novembre al 4 dicembre 2016 a Vico Equense. Sono intervenuti Testimoni: Leonardo Becchetti, Raffaele Bonanni, Francesco Bonini, Luigino Bruni, D.Aldo Buonaiuto, Alessandro Diotallevi, Paolo Maria Floris, Flaminia Giovanelli, Luca Marconi, Salvatore Martinez, Cesare Mirabelli, Susanna Moccia, Riccardo Monti, Vincenzo Morgante, D. Luis Navarro, Franco Pasquali, Leonida Primicerio, Marco Tarquinio.
Vescovi (direttamente o attraverso video-messaggi): S.Em.R. Card. Crescenzio Sepe, S.E.R. M. Angelo Spinillo, S.E.R. M. Tommaso Caputo, S.E.R. M.Giusppe Giudice, S.E.R. M. Francesco Alfano. Per la LiguriaPiemonte il Corso si è tenuto dal 17 al 21 maggio 2017 a Sestri Levante.
Sono intervenuti Testimoni: Alessandro Banfi, D.Aldo Buonaiuto, Raffaele Bonanni, Luigino Bruni, Alessandro Diotallevi, Paolo Maria Floris, Flaminia Giovanelli, Salvatore Martinez, D.Luis Navarro, Franco Pasquali.
Vescovi (direttamente o attraverso video-messaggi): S.Em.R. Card. Angelo Bagnasco, S.E.R. M. Cesare Nosiglia, S.E.R. M. Alberto Tanasini, S.E.R. M. Giulio Sanguineti, S.E.R. M. Nicolò Anselmi.

Per la Sicilia il Corso si è tenuto dal 19 al 23 luglio 2017 a Caltagirone.
Sono intervenuti Testimoni: Leonardo Becchetti, Raffaele Bonanni, Francesco Bonini, D.Aldo Buonaiuto, Alessandro Diotallevi, Cleo Li Calzi, Giuseppe Licari, Luca Marconi, Salvatore Martinez, Vincenzo Morgante, D. Luis Navarro, Pietro Navarra, Cataldo Salerno, Paola Ricci Sindoni. Vescovi (direttamente o attraverso video- messaggi): S.E.R. M. Salvatore Gristina, S.E.R. M. Salvatore Pappalardo, S.E.R. M. Rosario Gisana, S.E.R. M. Michele Pennisi, S.E.R. M. Calogero Peri.

Per l’Emilia-Romagna e Marche il Corso si è tenuto dal 16 al 20 maggio 2018 a Rimini.
Sono intervenuti:
Testimoni: Alessandro Banfi, Leonardo Becchetti, Raffaele Bonanni, Francesco Bonini, D. Aldo Buonaiuto, Alessandro Diotallevi, Paolo Maria Floris, Luca Marconi, Salvatore Martinez, Cesare Mirabelli, Franco Pasquali.
Vescovi (direttamente o attraverso video messaggi): S.E.R. M. Mario Toso, S.E.R. M. Marco Zuppi, S.E.R. M. Piero Coccia, S.E.R. M. Francesco Lambiasi, S.E.R. M. Douglas Regattieri.

RISULTATI 

A tutt’oggi hanno partecipato ai LAB.ORA circa 200 ragazzi, estremamente motivati e in molti casi già inseriti in strutture produttive. Sono stati segnalate diverse esperienze, successive ai Corsi, con cui i partecipanti hanno dato vita ad Associazioni culturali finalizzate ad una attività di formazione sulle tematiche dei servizi sociali e sul sostegno alle attività scolastiche (Campania, Marche), ma ciò che principalmente necessità è la progettazione esecutiva della Rete Post LAB.ORA e del suo coordinamento. In questo senso l’Associazione “Laudato Sì“ ha promosso un Convegno/Dibattito, nel dicembre 2018 a Roma, intitolato “Fisiologia di una crisi. Una risposta sistemica”, che ha visto la partecipazione di parecchie decine di partecipanti ai Corsi per definire le modalità delle attività possibili nelle singole realtà territoriali. Nella seconda metà del corrente anno sono previsti LAB.ORA a Taranto, in quanto città scelta dalla CEI come Sede delle prossime Settimane Sociali, e Verona, parallelamente o precedentemente al Festival della DSC di fine novembre.